Mobility

ll Gruppo Unipol è il primo in Italia nel business Auto, con circa 9 milioni di polizze auto; quello della mobilità rappresenta quindi un ambito in cui il Gruppo può creare un impatto particolarmente significativo.

Con oltre 4 milioni di scatole nere installate su veicoli e integrate con la polizza R.C.Auto, il Gruppo Unipol è in grado di contribuire ad una mobilità più sicura e di implementare una gestione rapida ed efficace dei sinistri a beneficio dell’impresa, dei clienti (ad esempio maggior sicurezza e assistenza e tariffe a chilometro) e della comunità (ad esempio contrasto alle frodi).

L’utilizzo della telematica rende poi disponibili per l’azienda, in forma aggregata e completamente anonima (quindi  senza alcun impatto sulla privacy dei clienti), dei veri e propri Big Data sui comportamenti di mobilità delle persone, che possono essere impiegati in partnership con gli attori pubblici per definire promuovere modelli di sviluppo sostenibile delle città basati su un uso innovativo della IoT. Il Piano Strategico 2019–2021  ha definito l’impegno del Gruppo a sviluppare progettualità in questo ambito.

Come gli altri ecosistemi, anche l’ecosistema Mobility è caratterizzato dal governo diretto ed integrato dei processi di servizio collaterali, contigui al core business . In ambito mobility, l’offerta del Gruppo si distingue per aver internalizzato i servizi di assistenza soccorso, manutenzione e riparazione diretta dei danni (Auto Presto&Bene e MyGlass) che permettono di accompagnare il cliente risolvendo, e non solo compensando, i danni subiti.
Più recentemente, sempre per rafforzare la propria capacità di dare risposta alle esigenze complessive e diversificate di chi si muove in auto si segnala l’acquisizione di Car Server, l’ampliamento dell’offerta del servizio di noleggio a lungo termine innovativo, la commercializzazione di Qshino By UnipolSai  dispositivo antiabbandono proprietario.