Lavoro: l'Emilia Romagna regione leader italiana, più dinamica grazie al patto fra corpi intermedi

CorporateIstituzionale
Venerdì, 6 Dicembre, 2019

È stato presentato oggi a Bologna lo studio della società di ricerca Rete Urbana delle Rappresentanze (R.U.R.) dal titolo “Il Valore della Rappresentazione e le Politiche per i giovani nel Patto per il Lavoro dell’Emilia Romagna”, promosso dal Consiglio Regionale Unipol e realizzato in collaborazione con la Regione Emilia Romagna.

Uno studio realizzato dalla società di ricerca R.U.R. evidenzia che in Emilia Romagna:

- Il tasso di occupazione, nella popolazione fra 20 e 64 anni, è pari al 74,4% nel 2018, benchmark fra le regioni settentrionali, superiore a Lombardia (72,6%) e Veneto (71,5%).

- Il tasso di disoccupazione è sceso dall’8,3% del 2014 al 4,8% di giugno 2019.

- Con il Patto per il Lavoro e il Patto Giovani, la disoccupazione giovanile è diminuita dal 34,9% del 2014 al 17,8% del 2018. Al contempo, le fuoriuscite anticipate dalla scuola sono passate dal 13,6% all’11%, al di sotto delle regioni del Nord e della media italiana del 14,5%.

- Il valore aggiunto per abitante, indicatore che rappresenta sia i livelli di partecipazione al lavoro sia la produttività degli occupati, risulta essere il terzo più alto in Italia e superiore del 24% rispetto alla media nazionale, nonché allineato con i valori europei.

Leggi il Comunicato Stampa completo