Cambiamento climatico

Unipol ha da sempre posto una forte attenzione al tema della tutela dell’ambiente e della lotta ai cambiamenti climatici.  

Nel 2015, facendo seguito al Libro Verde della Commissione Europea sull’assicurazione contro le calamità naturali e antropogeniche pubblicato nel 2013, Unipol ha pubblicato il position paper “Unipol per il clima” in cui propone un modello di prevenzione e gestione delle catastrofi naturali basato sulla collaborazione tra pubblico e privato, che adotti i meccanismi mutualistici di natura assicurativa per gestire i crescenti rischi derivanti dal cambiamento del clima e far fronte agli ingenti risarcimenti. Un tale sistema oltre a rendere più sostenibili le spese legate agli eventi catastrofali per le casse dello Stato può favorire dei comportamenti virtuosi di tutela, prevenzione e adattamento da parte dei cittadini e delle imprese. Questo impegno necessita però di un ruolo pubblico centrale, che crei le condizioni per lo sviluppo di un mercato assicurativo, senza il quale i meccanismi mutualistici non possono funzionare né è possibile garantire una sostenibilità economica per gli attori coinvolti.

Unipol è quindi pienamente consapevole del ruolo che un’assicurazione può svolgere nell’affrontare le conseguenze legate ai cambiamenti climatici e per facilitare la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio attraverso lo sviluppo di garanzie e di prodotti di investimento che promuovono la mitigazione e l'adattamento. Facendo riferimento alle Raccomandazioni emanate dalla Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD), Unipol sta consolidando il suo percorso di rendicontazione di informazioni finanziarie connesse al clima.

In coerenza con l’impegno del Gruppo a supportare la transizione verso un’economia e una società a basse emissioni di carbonio attraverso le proprie scelte strategiche e i propri processi di business, il Gruppo Unipol aderisce ad iniziative internazionali di riferimento per la lotta ai cambiamenti climatici:

Principles for Responsible Investment
Il Gruppo Unipol ha sottoscritto i Principles for Responsible Investment nel 2017 impegnandosi a integrare criteri sociali, ambientali e di governance nella valutazione degli investimenti.
Unipol Gruppo nell'European Alliance for Green Recovery
Il Gruppo Unipol, nella persona del Presidente Pierluigi Stefanini, ha sottoscritto l’iniziativa European Alliance for Green Recovery, che riunisce 270 firmatari tra cui europarlamentari, ministri, rappresentanti di banche, assicurazioni, imprese, associazioni di categoria, ONG.
Talanoa Dialogue
Unipol (come in precedenza fatto per il Paris Pledge for Action) ha aderito al Talanoa Call for Action, una dichiarazione di impegno articolata in varie azioni sottoscritta da Governi e Aziende in occasione del Talanoa Dialogue organizzato dalla Commissione Europea nel mese di giugno del 2018, al fine di mantenere l’aumento di temperatura al di sotto dei 2°C così come sancito nell’accordo di Parigi per il cambiamento climatico, facendo tutti gli sforzi possibili per limitare questo aumento a 1,5°C
Climate Action 100+
Al fine di avviare un’adeguata pratica di engagement attivo, UnipolSai ha aderito al Climate Action 100+, una partnership di cinque anni promossa dagli investitori (UNPRI, CERES) per coinvolgere le aziende più inquinanti in termini di emissioni di gas a effetto serra (GHG emissions) per migliorare il governo del fenomeno del cambiamento climatico, ridurre le emissioni e rafforzare la trasparenza finanziaria su questi temi.

Il Gruppo Unipol è inoltre fortemente impegnato nella promozione di ricerca e divulgazione, come ad esempio il rapporto annuale dell’osservatorio di Legambiente CittàClima.

Il modello Unipol

Governance
La governance dei rischi e opportunità legati al clima
Strategia
Modello di prevenzione e gestione delle catastrofi naturali
Rischi
Tavolo Rischi ESG interfunzionale, un gruppo di lavoro operativo composto dalle Funzioni Sustainability.
Prodotti
Offerta di prodotti e servizi assicurativi per supportare i clienti nell’affrontare i rischi climatici ed accrescere la propria resilienza