Il Gruppo Unipol aderisce al Piano di Azione Italiano per dare attuazione a The European Pact for Youth, l’impegno sottoscritto a fine 2015 da CSR Europe e dalla Commissione Europea che punta sulla partnership tra impresa e sistema educativo come strumento per rafforzare l’inclusione e l’occupabilità dei giovani, con l’obiettivo di realizzare in tutta Europa 10.000 partnership Scuola-Impresa di qualità entro il 2017.

Impronta Etica e Sodalitas, le due organizzazioni partner di CSR Europe, insieme al MIUR e al Ministero del Lavoro, guidano la messa a punto del Piano di Azione Italiano e coordinano le attività delle imprese aderenti.  

I contributi dei 28 Paesi dell’Unione Europea per attuare “The European Pact For Youth” saranno presentati nel 1° Summit Europeo Impresa-Scuola previsto a fine 2017.

I promotori del Patto condividono una visione comune: offrire a tutti i giovani l’opportunità di sviluppare le competenze e le abilità necessarie per il loro futuro professionale.

In particolare, in Italia la disoccupazione giovanile, pari al 40%, è dovuta soprattutto a una causa strutturale: il disallineamento tra il sistema educativo e quello produttivo. È dunque necessario promuovere partenariati tra imprese e sistema educativo a sostegno dell’occupabilità e dell’inclusione lavorativa dei giovani.

Nell’ambito del Piano di Azione Italiano Unipol lancia il 20 febbraio il bando U4YOUTH per selezionare giovani laureandi cui offrire un percorso di tirocini curriculari presso le principali sedi delle Società del Gruppo e dare loro l’opportunità di integrare la formazione universitaria con un’esperienza di apprendimento e di formazione in ambito professionale.

Per maggiori informazioni leggi la Scheda del Pact4Youth e il Regolamento del bando U4YOUTH.